Archivio mensile:giugno 2016

For the ladies: 3 esercizi per guadagnare distanza

Finalmente è arrivata l’estate!
Anche le signore più pigre, che magari hanno protratto il letargo fine al termine della primavera, sono nuovamente comparse sul green.
Ho dunque preparato qualche consiglio per le nostre amiche Lady golfiste, di qualunque livello, che stanno ricominciando a sparacchiare qualche pallina qua e là, per aiutarle a riguadagnare distanza sul tiro, e specialmente ad allungare il Drive.
Riferito alle Lady non vuol dire che non possa andare bene anche per i Gentlemen…Lady golfer 2 GC_500x333

Come già descritto nei miei precedenti articoli (se vuoi rinfrescarti la memoria li puoi trovare qui F1t4golf – Preparazione Atletica), uno swing soddisfacente non può che prescindere da una buona postura, da una corretta espressione di forza e da tanta flessibilità.
Per ognuna di queste caratteristiche ti consiglio un esercizio da provare a inserire nella tua routine di riscaldamento.
Fammi poi sapere quali sono state le tue impressioni e se hai percepito dei benefici legati alla performance.

Continua a leggere

LA PREPARAZIONE ATLETICA DEL GOLFISTA

Molte persone considerano il golf solo come un gioco, ma io e te sappiamo benissimo che è invece un grande sport!

Come tale, necessita di minuziosi accorgimenti per rendere una prestazione eccellente e per poterla effettuare in sicurezza, riducendo al minimo il rischio di infortuni che esistono, appunto, in ogni SPORT degno di questo nome.1350512-3x2-940x627

Anche quando stai eseguendo il tuo miglior swing, le ripetute rotazioni del tronco sugli arti inferiori e i costanti movimenti delle braccia possono infatti creare problematiche alle articolazioni di ginocchia e spalle, dolori alla colonna e contratture alla muscolatura, se eseguiti con poca consapevolezza del gesto o scarsa mobilità ed elasticità.
Queste capacità, per essere veramente efficaci, necessitano della supervisione di personal trainer qualificati, in grado di stabilire un piano di esercizi che tenga conto delle reali esigenze e condizioni del soggetto.

Ma come puoi fare per sapere quale aspetto sta limitando la tua performance?
Come riconoscere l’anello debole della tua catena motoria e quindi ridurre al minimo il rischio di infortunio? Continua a leggere